Ti amo, Italia. Comunque. Sempre. I sanguinosi moti indipendentisti del Marzo 1821 e poi il Marzo fascista del 1921. E adesso questo tragico Marzo 2021, giorno in cui i carnefici irridono le loro vittime elevando l’ipocrita monumento del ricordo.

    Ma i guerrieri della Felicità sono pronti! Dovrete passare sopra i cadaveri degli Eroi del Mondo Migliore! Siamo pronti.

   Prima però qualcosa dalla storia.

    Marzo 1821. l’Italia esisteva solo nella penna del Manzoni: “Non fia loco ove sorgan barriere, tra l’Italia e l’Italia, mai più!”. Devastati, in balia di chi sempre ci aveva voluto divisi! Ma ci fu un impeto di fierezza che attraversò la penisola: i moti di quell’anno davano l’avvio a 40 anni di guerre per l’indipendenza dallo straniero fino all’unità, sancita il 17 marzo 1861. Fu sparso molto sangue, ma si era “certi in cor dell’antica virtù”. E si diceva: “O compagni sul letto di morte, O fratelli su libero suol”.

    Un secolo dopo. Nel Marzo del 1921, ci si prepara alle elezioni del 7 aprile. Da più di un mese ci sono rivolte e sommosse sanguinose in molte città italiane. D’altro canto, lo scrisse proprio Mussolini “…il 1921 …può essere definito l’«anno fascista», in quanto ché tutta la vita politica italiana – dal Parlamento alla piazza, ai giornali – è stata dominata e quasi ossessionata dal fascismo”. Quel che avvenne nei 25 anni successivi si sa: quel capitolo si concluse con la disfatta bellica e Piazzale Loreto.

    Oggi. Marzo 2021! L’Italia è prigioniera nel grande ed efferato business della paura! Un affare affidato alle mani irresponsabili della oligarchia dell’Euro. Un’intera Nazione è ostaggio dell’inganno orchestrato ad arte in cui ci si fa beffe dell’intelligenza e del buon senso. Guidato da un’incapacità politica senza precedenti, il Paese è fiaccato dolosamente nella sua resistenza, segnato dall’avvilente inconsapevolezza del suo destino. Mercenari, macchiati di alto tradimento, stanno svendendo l’Italia, calpestando e irridendo la Costituzione e la dignità umana.

    Come si è reso possibile tutto questo scempio? È il raccolto di anni di vilipendio delle virtù etiche e politiche; decenni di corruzione perpetrata con complicità estese e interessi egoistici coperti senza pudore. Dov’è la Magistratura? Come può tacere davanti all’oltraggio delle fondamentali libertà e ai reiterati crimini contro la Legge e contro l’Umanità. Dov’è il Parlamento? Baluardo invalicabile nell’esercizio del suo alto compito di rappresentare e tutelare i diritti del Sovrano? Come potete restare in silenzio davanti alla devastazione quotidiana che un’informazione pilotata da interessi farmaceutici spietati porta nella vita di milioni di persone?

    E sia! Addentratevi, uomini dal cuore oscuro, nell’attuazione dei vostri piani criminali! Sicuri della vostra impunità, certi di poter piegare ogni resistenza, perseverate nel vostro criminale intento di dominio dell’ovile: belano al vostro cospetto le pecore, intimidite e stordite dal vostro psicodramma. Che bravi, quanta fatica a fare i forti con i deboli! Vi apprestate a vincere facile? L’impressione è che non siate molto più di marionette sciocchine: recitate il copione che vi è stato assegnato. Fatelo bene, da veri lacchè. Obbedite in questi giorni di gloria e di potere a chi vi paga per tradire il vostro Paese al casinò dell’infamia e della menzogna!

    Ma se inaspettatamente il banco saltasse?

    Non siate così certi di portare a termine i vostri menzogneri intenti. Sapete, ci possono essere degli imprevisti. Anche nei piani meglio congeniati qualcosa può non funzionare a dovere. Ci sono ancora persone che confidano nella saggezza e nell’intelligenza degli Esseri umani. Ricordate anche che “si può ingannare tutti per un po’ e ingannare qualcuno per sempre. Ma non si può ingannare tutti per sempre”.

    Il Marzo 2021 potrebbe segnare il sommesso inizio della vostra fine, mercenari privi di umana pietà. Nella vostra arrogante spavalderia non sottovalutate i piccoli Davide: un solo minuscolo sasso ben piazzato ha portato nella polvere energumeni apparentemente invincibili!

    Per quanto ampio possa essere l’ovile dell’Italia teledipendente, vi sono ancora numerosi cittadini dal cuore leonino e dall’intelligenza desta. Potrete macellare senza difficoltà le pecore: per qualche mese il vostro piano continuerà a funzionare.

    Ma vi vogliamo vedere quando dovrete far fronte a quei valorosi della popolazione fatta di patrioti irriducibili, fedeli alla Costituzione fino all’ultimo respiro. Fermatevi prima di dover affrontare quei 3 milioni di uomini e donne impavidi pronti anche al sacrificio supremo pur di assicurare ai figli e ai nipoti il bene supremo della libertà e la possibilità di vivere la loro Leggenda Personale! Non siate insensati a scontravi con il Sogno: vi farà a pezzi! Per quanti Euro abbiate e ne possiate stampare, per quanto vi sentiate al sicuro, sarete eticamente braccati da coloro che sanno che per una grande e nobile causa è moralmente bello morire. “Non si possono domare i sognatori”! No, non potrete arginare l’onda meravigliosa dei guerrieri della Felicità, gli artigiani di un Mondo Migliore.

   Fate che non si arrivi a quella disfida e dobbiate vedere riflessa nel loro coraggio l’onta delle vostri crimini! Per loro sarà la consacrazione all’immortalità, per voi l’inferno dell’eterno vergognoso oblio.

   “Se un uomo non ha ancora scoperto qualcosa per cui morire non ha ancora iniziato a vivere” (Martin Luther King).

    Ed ecco il mio libro perché vinca l’intelligenza: Eu-Dàimon. La felicità nell’anno di grazia 2020. Lo trovi qui:

https://store.streetlib.com/it/mauro-turrini/eu-daimon

E, naturalmente, anche su Amazon:

https://www.amazon.it/Eu-Dàimon – Mauro Turrini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *