Domande

     Domande. Quelle che fanno crescere. Ah sì, te la voglio proprio raccontare. Conosci quella bella favola antica che tanto insegna anche a noi oggi? Una volpe affamata vide dei grappoli d’uva che pendevano da un pergolato e tentò di afferrarli. Ma non ci riuscì. “Robaccia acerba!” disse allora tra sé e sé; e…

Preghiera? Come si può se non si stente un dio accanto?

Per quanto riguarda il far posto alla preghiera…come si può se non si sente un dio accanto?
Tra amici le risposte migliori sono solo attesa condivisa. Insieme all’amico puoi solo condividere il momento, quel frammento di vita messo a nudo dalle sue parole. Dette a te. La risposta alle sue domande non verranno da te. Non le hai tu. Ma possono passare attraverso il tuo sorriso. Puoi stare accanto a lui ad aspettarle.
Basta poi concedersi uno sguardo. Per sé. Ammirarsi. In silenzio contemplare la Presenza.
Lì c’è Dio, la fede, la preghiera. Dentro. C’è già tutto. In abbondanza.

Se ti piaci, ti conosci.

Non c’è una ricetta per conoscere se stessi. Si tratta di un percorso attraverso 9 domande che ti avvicinano a te stesso. Piacersi è un indizio molto chiaro della conoscenza di sé. Si intravede il divino nei propri occhi.