La fine dei Pochi
La fine dei Pochi

La fine dei Pochi

     È la fine, Signori Pochi di oggi! E con voi terminano tre secoli di tirannica vigliaccheria. Non che prima i Tanti che sono stati dominati dai Pochi vostri antenati stessero bene, ma la loro schiavitù è stata spesso inconsapevole. Adesso la vostra fossa ve la scava la coscienza di molti tra i Tanti ai quali palpita in cuore la formidabile certezza di non essere stati fatti a viver come bruti

     [Riprendo qui la metafora dei Pochi e dei Tanti che attraversa le 335 pagine del mio libro Eu-dàimon. La felicità nell’anno di grazia 2020. Un’interpretazione di come si è arrivati a questa situazione: si conclude l’epoca della millenaria schiavitù e si avvia l’era della felicità]

     Non ve la aspettavate tanta resistenza! Voi, così bramosi di stare alla pianificazione e alla tempistica per attuare quanto concordato nelle vostre riunioni. Voi, gente che ha fretta, che mal sopporta chi non asseconda i vostri deliri, che vuole il successo pieno senza intoppi. Vi innervosisce, vero, chi disturba i vostri progetti sospettando che il vostro zelo non sia per loro bene?

Orgoglio e Arroganza

    È la fine. Come non avete potuto prevederela? Forse perché non è ancora stata digitalizzata e annunciata la verità presente in quel testo antico. Eppure era prevista da tempo: Prima della rovina viene l’orgoglio e prima della caduta c’è l’arroganza (Libro dei Proverbi: 16,18). Sì, come non vedere? Orgogliosamente da tempo vi ergete a divinità in grado di decidere dei destini di persone e popoli, senza chiedere il loro parere, il loro permesso. Forse avete pensato che nessuno avrebbe osato contrastare in vostri piani così ben preparati e così ben accuratamente attuati, ma qualcosa non ha funzionato.

    Avete pensato che il denaro potesse tutto. Voi, in Pochi, anzi in Pochissimi, ne detenete una quantità smisurata. Sì voi, demiurghi del denaro, capaci di crearlo dal nulla… Vi basta impartire un ordine e via alle rotatorie a stampare carta e carta con cui schiavizzate l’Umanità. Anzi, ormai basta carta, solo digitalizzazione perché l’inchiostro costa!  Tutto cripto… dal greco, nascondere. Vi piace, vero, ciò che è segreto, misterioso, incomprensibile? Eppure, amate anche molto mostrare il vostro potere, ostentare che Voi potete. Perché avete il denaro che tutto può.

    Non sono sicuro che sia stato proprio Amshel Meyer Rothschild, padre della nota dinastia, a dichiarare nel 1744: Permettetemi di emettere e controllare la moneta di una nazione e non mi importa chi fa le sue leggi, ma è in ogni caso questo il principio ispiratore che ha originato quasi tre secoli di schiavitù. Rinchiuse in quella invisibile gabbia d’acciaio di cui si capì già un secolo dopo l’inganno, generazioni di esseri umani sono state il vostro passatempo: una gara tra Voi, eccellenti Pochi, a chi inventasse le vie migliori per manipolare gente ignorante e immeritevole di qualsiasi vostra attenzione, se non per servire il vostro delirio.

     Ma è finita, comunque cerchiate di dibattervi esasperando con nuove angherie le resistenze di chi etichettate a piacimento solo per creare la divisione tra poveri così che il vostro piedistallo non ne venga toccato. Non si può dire che non ci abbiate messo impegno:  avete prodotto ipnosi televisiva con grande professionalità e seminato narcotici in grande quantità e ben calibrati per le diverse età. Vi siete spianati la strada oliando per tempo gli ingranaggi e ottenuto obbedienza corrompendo ai piani alti e a quelli bassi, perché il denaro non ha odore ed è più che mai convincente. Avete dispiegato forze immense per manipolarci e piegarci, ma non è bastato: è finita. Per quanto vi attacchiate con accanimento al potere della menzogna e della crudeltà, quello della verità e dell’amore è più forte.

Disturbo Psicopatico della Personalità

  Comprendiamo: essere afflitti da Disturbo Psicopatico della Personalità fa pensare che per voi non ci sono limiti; una voce vi ammalia rassicurandovi che il vostro delirio di onnipotenza può tutto, ma non è così. L’abbiamo osservata la vostra incapacità di empatia e ci dispiace provare pietà per voi vedendo quanto siate cullati dal vostro narcisismo maligno. La cura migliore è terminare questo strazio e che vi facciate da parte. Per quanto siate mentitori professionisti e recidivi, chi vi crede più? Pensate che si possa attribuire un qualche valore alla vostra parola? Sarete puniti per il male che vigliaccamente avete commesso ma il Sovrano vi risparmierà la vita, malgrado il tradimento. Probabilmente anche Voi avete una coscienza, ma quanto dev’essere infelice!

    A Voi, forse non sembra. Sul vostro giornale avete scritto che tutto era sotto controllo, esibendo guinzagli e mascherine e la vostra mano onnipotente, ma le ombre della vostra sera si allungano. Il vostro saccheggio di Esseri umani è finito. E con voi finisce quella visione del mondo centrata nevroticamente sul progresso, sulla produzione, sulla velocità, sul successo. Avete provato a renderla irreversibile con il terrorismo pandemico e ci siete andati vicini. Quante brave persone siete stati astuti ad  ingannare! Nella vostra rete siete riusciti a far cadere molti dei Tanti, ma non tutti! E voi puntate al controllo totale! Anche quelli che siete stati abili a spaventare si riprenderanno, anche se purtroppo non sarà semplice né immediato. Quello che avete iniettato farà ancora vittime, ma vi verrà chiesto conto delle vite calpestate. Dovrete darne conto nell’ignominia della vostra semina di morte e di disperazione. Non sarà una bella scena vedere il vostro ghigno beffardo sprofondare nel fango inglorioso della vostra menzogna.

La vostra fine è finalmente arrivata

     Il sipario cala. Non rapidamente forse, ma le corde ormai sono sciolte. È la fine, Signori Pochi. Giocatevi disperatamente le vostre carte ma se siete davvero intelligenti nella vostra malvagità, abbiate un sussulto di dignità e negoziate la resa. Potreste non avere il tempo di fare le valigie. Sono caduti tutti i capisaldi, vecchi e nuovi, che tenevano in piedi la vostre vigliacche bugie e sarete travolti dalle macerie.

    È la fine della Menzogna eretta a sistema: nessuna persona intelligente vi crederà mai più.

    È la fine del Denaro fine e misura di tutto e di tutti. Non comprerete né coscienze né amore.

    È la fine dell’Europa dei Banchieri che impongono le loro leggi ai Popoli con diritto a decidere della loro Vita.

    È la fine dell’Euro, moneta creata dal nulla e della sua irreversibilità.

    È la fine di Leader ignoranti: di coloro che nulla sanno dell’Etica e della Politica della Felicità.

    È la fine del Papato, in putrefazione con il disfacimento della Carità.

    È la fine del Lavoro di schiavitù e della menzogna che lo ha istituito.

    È la fine del Business della malattia per arricchire le multinazionali del farmaco.

    È la fine delle Autorità Monetarie e del loro delirio di onnipotenza.   

    È la fine del Debito e del Prestito, le catene della dipendenza.

    È la fine delle vostre Regole che autorizzano sono la libertà alla schiavitù.

    È la fine della Disinformazione, strumento di diffusione di menzogne vergognose.

    È la fine di una corruzione senza confini, di coscienze pagate per tradire l’Umanità.

    È la fine di una infinita stagione di vita  innaturale e nevrotica.

    Agitatevi ancora quanto potete, corrompete, costruite complicità pagando politici, magistrati, giornalisti, scienziati, medici e funzionari che vi reggano il gioco ancora. Non lesinate sforzi a piegarci. Arriverete alla violenza fisica? Non vi fermerete davanti a nulla pur di ottenere il vostro scopo? Cosa vi fa pensare che quanti siete riusciti a stordire e a manipolare con i telegiornali e con i talk show del giornalismo spazzatura non si riavranno dal danno subito? Siete molto sicuri di Voi, che nulla vi possa toccare, che resterete impuniti: quanti giudici avete intimidito o comprato?

Epilogo

     Eppure, vi sfugge qualcosa di essenziale e resterete sconcertati da quanto vi accadrà. Non scorgete alcun segnale? Se avete tutto sotto controllo, allora dormite sonni tranquilli. Non vi inquieta la Piazza? Forse è perché avete ministri e militari e funzionari vari sul vostro libro paga? Funziona ancora infiltrare teppisti in democratiche manifestazioni di dissenso per creare vandalismo e poi farlo vedere nell’apertura dei notiziari di Regime? Tacendo la verità dei fatti? Ci sapete fare, davvero. Ma non abbocchiamo più. Non tutti, neppure quelli che ancora accendono la televisione.

     Nonostante i vostri soldi e tutto il potere di cui date prova, quanto siete poveri! Avvolti in una miseria e ignoranza affettiva innominabili. Inconsapevoli della vera ricchezza che merita ammirazione: una vita orientata la Bene, alla coltivazione della Conoscenza, alla celebrazione della Bellezza, alla diffusione dell’Amore, alla gioia della Condivisione, all’esultanza della Felicità quando le menti e i cuori si dedicano a esercitare liberamente il proprio ingegno, godendo in corpi sani  e in armonia con la meravigliosa natura. Ma cosa ne sapete Voi?

    Ecco, la clessidra inesorabile vi riserva gli ultimi granelli di sabbia per la vostra resa. Insistete nella vostra stoltezza e il vortice della Verità vi inghiottirà senza pietà.

    Non vi consegneremo mai le nostre vite.

   “O compagni sul letto di morte o fratelli su libero suol

   È la fine per Voi, Signori Pochi.

   Non sapete neppure immaginare Cosa sta per cominciare!

   Proverò a raccontarvelo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.